Le Radici dell’Ansia

ansia20 agopuntura torino“L’ansia e panico sono disturbi complessi il cui trattamento necessita di un’approfondita conoscenza. Il dottor Giuseppe Fatiga a Torino è un esperto nel trattamento con agopuntura di questi disturbi. Chiamalo al 3405499616

Tutti noi possiamo apprendere l’ansia attraverso i meccanismi del condizionamento e dell’evitamento, e possiamo anche “disimpararla” attraverso tecniche di estinzione ((e con il trattamento di agopuntura a Torino). Ma per quale motivo solo una parte di noi sviluppa l’ansia patologica?

A parte la predisposizione genetica, che determina la vulnerabilità basilare, la scienza ci fornisce alcune spiegazioni oramai accreditate da numerosi studi scientifici.

L’attaccamento insicuro. Gli studi di Bowlby sono stati determinanti nel farci comprendere che le esperienze precoci condizionano la nostra psiche per il resto della vita.
L’attaccamento con le figure genitoriali, e particolarmente con quella materna, forma una “base sicura”: sentendo la vicinanza affettiva di chi si occupa di lui, e sperimentando che i suoi bisogni vengono soddisfatti, il neonato introietta un senso di sicurezza, che resterà dentro di lui anche quando crescerà e si allontanerà da casa.

attaccamento sicuro agopuntura torino

 

Quando invece le cure e le attenzioni genitorali sono carenti, o vengono percepite come tali, si sviluppa un attaccamento “insicuro”, che è alla base della paura e ansia patologica.

 

attaccamento insicuro agopuntura torino

 

I soggetti con pattern di attaccamento non sicuro tendono, per tutta la vita, a sperimentare un profondo senso di insicurezza quando si allontanano fisicamente o simbolicamente da casa, o quando sperimentano situazioni stressanti che richiederebbero solidi riferimenti interiori che mancano.

Le teorie di Bowlby spiegano per quali ragioni i soggetti affetti da ansia patologica sopravvalutano i pericoli, vedendo minacce anche laddove non esistono, e perchè siano così restii ad avventurarsi in spazi ignoti.

Fermo restando l’efficacia delle tecniche cognitivo-comportamentali per ridurre le reazioni d’ansia immotivate, è anche importante costruire un attaccamento sicuro, attraverso una relazione di profonda fiducia tra terapeuta e paziente. Creare una base sicura è il presupposto fondamentale affinché il soggetto possa proficuamente “esporsi” alle situazioni temute.
Per queste ragioni anche l’agopuntura praticata a Torino dal dottor Fatiga si svolge in un clima di fiducia ed empatia.

Le false credenze e le interpretazioni catastrofiche.

 ansia10 agopuntura torino

 

Beck, l’inventore della terapia cognitiva, ha scoperto che nei soggetti ansiosi esistono pensieri irrazionali e false credenze che precedono i vissuti di paura, ansia e panico. Tali pensieri sono spesso automatici e non consapevoli, e per tale ragione percepiamo solo i vissuti emotivi che ne derivano.

In pratica, noi prima pensiamo “questa situazione è pericolosa”, e solo in un secondo tempo sperimentiamo il relativo vissuto d’ansia. Credendo intensamente nel nostro pensiero finiamo per autoprodurre la nostra ansia. Le tecniche cognitive insegnano a riconoscere i pensieri disfunzionali, e a correggerli, prevenendo quindi i vissuti emotivi di paura, ansia e panico. A ciò serve anche agopuntura praticata a Torino.

Le false credenze sono pensieri strutturati, formatisi nel corso degli anni e che hanno avuto la legittimazione ad esistere dalle stesse esperienze di ansia: “ho provato ansia e quindi significa che realmente questa situazione è pericolosa”.

Questo fenomeno è perfettamente spiegabile alla luce delle scoperte delle neuroscienze.

Infatti i circuiti cerebrali dell’ansia e paura vedono come protagonista principale l’amigdala, che lancia un segnale d’allarme in condizioni di pericolo.

Ma l’amigdala non lavora da sola, ma è regolata da una parte del cervello più evoluta, dove hanno sede processi psichici basati sulla logica e sul ragionamento, la corteccia cerebrale. La corteccia cerebrale decide se l’allarme dell’amigdala è motivato o meno, e se debbano essere attivate le risposte di difesa dalla situazione che stiamo vivendo.

Pensare “questa situazione è pericolosa” attiva l’amigdala e i circuiti cerebrali di difesa, mentre il pensiero opposto “sono al sicuro e non c’è pericolo” ha invece un effetto di inibizione dell’amigdala. Nel primo caso si attivano i circuiti cerebrali di difesa, e si esperisce l’ansia e il senso di un pericolo reale o imminente, nel secondo invece ciò non avviene. Quindi abbiamo un pensiero, che è rinforzato da uno stato di allarme del cervello che segnala un pericolo, e dalle modificazioni del funzionamento del corpo come batticuore, sudorazione… In questo modo, nel tempo, il pensiero acquista sempre più credibilità per il soggetto, fino a diventare una falsa credenza.

Il pensiero catastrofico è una forma estrema di falsa credenza, alla base degli attacchi di panico.

Il meccanismo è lo stesso, ma qui l’attivazione dell’amigdala e dei circuiti cerebrali difensivi raggiunge la sua massima intensità. In questo caso il pensiero/convinzione che precede l’attacco di panico è “sto per morire”, “sto per avere un infarto”, “sto per impazzire”, “sto per avere un attacco di panico” e così via. Si tratta di pensieri catastrofici ai quali si finisce per credere profondamente.

Riconoscere i pensieri catastrofici ed arrestarli sul nascere è un metodo molto efficace per prevenire gli attacchi di panico.
L’agopuntura, praticata a Torino dal dottor Fatiga, aiuta a distanziarsi da tali pensieri, e a ridurne gli effetti patologici.

La tendenza alle false credenze e ai pensieri catastrofici, secondo la teoria cognitivista, deriva da modelli di pensiero che abbiamo appreso nel corso della nostra vita (dalla famiglia, dall’ambiente sociale…). La terapia cognitiva insegna a capire come e quando tali modelli sono nati e le modalità con cui si sono strutturati nel tempo.
La psicoterapia cognitiva è più efficace se viene associata ad un trattamento con agopuntura, che è disponibile a Torino presso lo studio del dottor Fatiga.

 

“Per trattare con successo l’ansia e il panico bisogna conoscere non solo l’agopuntura, ma tutti i fattori alla base di questi problemi. Il dottor Giuseppe Fatiga a Torino si occupa da anni del trattamento di ansia e panico. Chiamalo al 3405499616