DIAGNOSI A 360 GRADI

L’ASSO NELLA MANICA DELL’AGOPUNTORE

“Il dottor Giuseppe Fatiga da diversi anni pratica l’agopuntura nel suo studio di Torino, dove ha risolto molti problemi che non avevano risposto ad alcuna terapia. Chiamalo al 3405499616 per prenotare una seduta di agopuntura con lui”

diagnos

La diagnosi. Un ottimo agopuntore spesso arriva ad una diagnosi laddove altri medici hanno gettato la spugna. E’ infatti insito nella Medicina Tradizionale Cinese un approccio olistico che collega tutti i sintomi lamentati dal paziente racchiudendoli in un’unica “sindrome”. Sovente si arriva così ad una diagnostica molto precisa dal punto di vista “energetico”, individuando i punti di agopuntura più specifici e più efficaci per quel dato individuo.
Inquadramento alimentare. La capacità di diagnosticare l’”impossibile” va al di là dell’agopuntura, e spesso interessa settori della medicina “paralleli”, come la dietetica, per fare un esempio. Molti disturbi sono sostenuti proprio da un’errata alimentazione – come nel caso dell’eccesso di latte e latticini nelle sinusiti per fare un esempio tra tanti- ed il valore aggiunto di un ottimo agopuntore può essere proprio fornire le indicazioni alimentari più idonee per il disturbo lamentato dal paziente. Un agopuntore di alto livello è anche in grado di riconoscere eventuali intolleranze alimentari, e di curarle efficacemente.
Nel suo studio di Torino di via Monte Santo 6, il dottor Giuseppe Fatiga pone un occhio di riguardo al ruolo dell’alimentazione nello sviluppo o nel mantenimento delle patologie.

intolleranza

 

Diagnosi posturale. La capacità di individuare eventuali disturbi posturali che alimentano i sintomi del paziente è anch’essa imprescindibile; se non si correggono tali fattori, anche i disturbi apparentemente “guariti” con l’agopuntura con buona probabilità si ripresenteranno nel tempo. Il dottor Giuseppe Fatiga, nel suo studio di Torino, valuta abitualmente il ruolo dei fattori posturali.

 

postura

Neuralterapia. Le cicatrici cutanee sono un’altra causa “insospettabile” di svariati problemi ortopedici e non, a cui solitamente nessun medico pensa, mentre il medico agopuntore attento ci pensa eccome! Soprattutto le cicatrici chirurgiche – come quelle da parto cesareo o da interventi alla colonna vertebrale- possono nel tempo diventare spesse (cicatrici cheloidee) oppure estremamente dolenti, generando un “campo di disturbo” che si propaga anche a distanza, sotto forma ad esempio di una fastidiosa sciatica, o di un’emicrania o di una sinusite etc… Attraverso una visita accurata, l’agopuntore è in grado di stabilire se una certa cicatrice rappresenta un focolaio irritativo, e di disattivarla con le appropriate tecniche, tra cui la neuralterapia (vedi link). Il dottor Giuseppe Fatiga pratica nel suo studio a Torino la neuralterapia per rendere inerti le cicatrici cutanee disturbanti.

cicatrici3

Comprensione degli aspetti psichici. Infine l’agopuntore deve sapersi avventuare nell’insidioso universo della psiche umana, individuando eventuali conflitti che sostengono i disturbi del paziente, spesso inconsapevoli e quindi di difficile accesso.
In alcuni casi può essere importante incoraggiare il soggetto a dialogare con il proprio mondo interno, aiutandolo a riconoscere le proprie emozioni e a gestirle, affinché, una volta ottenuta la guarigione attraverso l’agopuntura, il disturbo non si ripresenti mai più. Non dimentichiamoci inoltre che la nostra società è sempre più caratterizzata da situazioni altamente stressanti, che disturbano in modo profondo il nostro sistema psico-neuro-endocrino-immunologico; solo identificando e rimuovendo gli “stressors” si riducono al minimo le probabilità di una ricaduta del disturbo.
In virtù della sua pluriennale esperienza presso la Clinica Psichiatrica Universitaria di Torino, il dottor Giuseppe Fatiga conosce a fondo le problematiche psicologiche e psichiatriche. E’ inoltre autore del libro “Curare l’ansia con l’agopuntura” edito nel 2018 dalla CEA.

psiche

Conoscenza dell’agopuntura auricolare. Questa tecnica usata con sapienza è davvero l’asso nella manica dell’agopuntore, che consente di ottenere risultati quasi “istantanei” in molte condizioni patologiche, soprattutto nelle lombalgie e nelle lombosciatalgie. Il dottor Giuseppe Fatiga è un esperto in tale tecnica, che utilizza abitualmente nel suo studio di Torino in via Monte Santo 6. Il dottor Giuseppe Fatiga ha inoltre effettuato uno studio clinico su 200 pazienti dimostrando l’esistenza degli LBP points, i punti del mal di schiena comune.

“Il dottor Giuseppe Fatiga esercita l’agopuntura a Torino in via Monte Santo 6. Attraverso l’utilizzo di tecniche particolari ed inconsuete puo’ aiutarti a risolvere il tuo problema. Chiamalo al 3405499616 per prenotare una seduta”