IL CENTRO ANTIFUMO DEL DOTTOR FATIGA

“Il centro antifumo del medico agopuntore dottor Giuseppe Fatiga è ubicato a Torino in via Monte Santo 6. Se vuoi smettere di fumare qui troverai un valido aiuto. Chiama il 3405499616 per prenotare una visita”

fumo8

Il centro antifumo che ho ideato utilizza un primo colloquio di counselling e le tecniche di agopuntura e di auricoloterapia (agopuntura auricolare) per conseguire la disassuefazione tabagica. Il mio centro, situato a Torino in via Monte Santo 6, possiede caratteristiche peculiari, che lo distinguono dagli altri centri nati con il medesimo obiettivo.
Valutazione diagnostica e selezione dei soggetti idonei. E’ una tappa essenziale, in cui si valutano se esistono le condizioni ideali per intraprendere un percorso di disassuefazione.
fumo9

Non devono esistere importanti controindicazioni all’intervento, come abbiamo già detto, né ostacoli psicologici o fattori di stress che determinerebbero un insuccesso del percorso. Solo un medico che possiede conoscenze di psicologia e psichiatria è idoneo ad effettuare tali delicate valutazioni.
Programmazione dell’intervento. Un’altra caratteristica distintiva del mio centro di Torino è la personalizzazione dell’intervento di disassuefazione, che tiene conto della specifica personalità del soggetto e dei suoi attuali bisogni emotivi. Si sottolinea “attuali”, poiché il trattamento realizzato nel mio centro non è una psicoterapia, e si basa in maniera rigorosa sul “qui ed ora”, senza “scavare” nel passato, con l’eccezione dei dati anamnestici più importanti che non vanno assolutamente omessi. Utilizzando una metafora, possiamo dire che si tratta di un intervento “cucito su misura” sulla personalità del soggetto, come un vero e proprio abito. Una volta stabilito che il percorso può essere intrapreso, si programmano le sedute di agopuntura, che proprio per le ragioni di individualizzazione dell’intervento, non possono essere a priori stabilite in modo arbitrario. Poiché la sindrome di astinenza si manifesta essenzialmente in un periodo che non supera di solito le due settimane, le sedute andranno “concentrate” in tale periodo, con una frequenza che può essere di una alla settimana, o al massimo di due alla settimana quando il grado di dipendenza è maggiore. Superate le due settimane, saranno sufficienti alcune sedute di richiamo.
Combinazione di agopuntura tradizionale e di auricoloterapia. Altra caratteristica del trattamento che effettuo nel mio studio a Torino è l’utilizzo sinergico dell’agopuntura tradizionale e dell’auricoloterapia. Possiamo dire che l’agopuntura tradizionale possiede un potente effetto armonizzante e riequilibrante generale, ed è capace di ridurre ad ampio spettro sia i disagi emotivi e psicologici sia quelli più prettamente fisici, proprio perché agisce sia sul corpo che sulla psiche, secondo una visione olistica. L’auricoloterapia (chiamata anche agopuntura auricolare) è invece una tecnica più moderna, basata sulla stimolazione di specifici punti del padiglione auricolare attraverso aghi molto sottili: tali punti si comportano come “interruttori” in grado di disattivare in modo potente e rapido i centri del cervello responsabili del “craving” , modificando spesso anche il gusto e l’odore della sigaretta, che diventano persino sgradevoli (alcuni soggetti arrivano a provare un profondo senso di fastidio quando gli altri fumano).
Interruzione dei rituali. L’individuazione e l’interruzione dei rituali associati al fumo è parte integrante del mio intervento. Sostituire tali rituali con altre attività non dannose ed ugualmente piacevoli è essenziale affinché i risultati raggiunti con l’agopuntura e con l’auricoloterapia siano durevoli, per le ragioni di tipo neurobiologico che abbiamo già descritto (rilascio di dopamina nei centri della ricompensa del cervello).
Indicazioni dietetiche. Sono molto importanti anche questi aspetti, in particolare un’abbondante idratazione e l’assunzione di numerose porzioni di frutta e verdura, che secondo diversi studi incrementano le probabilità di successo del percorso di disassuefazione. Nel mio studio di agopuntura di Torino viene posta attenzione anche a questi aspetti, spesso trascurati.
Flessibilità dell’intervento. Nel mio centro di Torino non vengono seguite modalità rigide di disassuefazione. Gli studi dimostrano che stabilire una data certa in cui smettere, e da quel momento in poi non consumare più alcuna sigaretta, è una strategia che ha una probabilità di riuscita superiore rispetto alla riduzione progressiva del numero di sigarette. Tuttavia anche quest’ultima può essere una strategia efficace, se viene ben programmata e se porta comunque, nell’arco di qualche settimana, alla disassuefazione completa. Anche i “sostituti della nicotina” in forma di cerotti, gomme etc…sono terapie valide, che possono essere tranquillamente utilizzate in associazione all’agopuntura e all’auricoloterapia. Lo stesso dicasi della sigaretta elettronica, che però ad un certo punto va abbandonata, poiché nel lungo periodo potrebbe determinare importanti disturbi, secondo recenti studi scientifici.
Esistono evidenze che anche i farmaci bupropione e vareniciclina possano essere efficaci nell’aiutare il soggetto a smettere di fumare, e tra l’altro possono essere utilizzati in associazione all’agopuntura e all’auricoloterapia. Personalmente non incoraggio l’utilizzo di tali farmaci, per la possibilità di rilevanti effetti collaterali, e perché ritengo le altre strategie che ho elencato altrettanto efficaci.
Qualora i livelli di ansia legati alla disassuefazione dovessero essere molto intensi, oltre all’agopuntura e all’auricoloterapia, possono tranquillamente essere utilizzati, per un periodo di tempo concordato, ansiolitici appartenenti alla classe delle benzodiazepine. Una medesima azione può essere svolta da fitofarmaci, come la valeriana, il biancospino, l’ignazia, la passiflora etc…
In quanto medico, nel mio studio di agopuntura di Torino non propongo esclusivamente l’agopuntura per smettere di fumare, ma anche le altre soluzioni validate dalla scienza ufficiale e che possano accordarsi alle necessità e preferenze di ogni individuo, tenendo conto della sua “unicità”.
Non solo effetto placebo. Il mio approccio alla disassuefazione tabagica, frutto delle più rigorose linee guida internazionali, non si basa sull’effetto “suggestione” e sul solo “effetto placebo”. Come detto, l’agopuntura e l’auricoloterapia, che possiedono un ben documentato effetto neurofisiologico, si inseriscono in un percorso di disassuefazione articolato e strutturato, e che può prevedere anche l’utilizzo dei sostituti della nicotina; solo così tali tecniche possono essere davvero efficaci. La somministrazione di una-due sedute di agopuntura a tutti i soggetti che vogliono smettere, in modo indiscriminato e senza un adeguato counselling iniziale, è a mio avviso poco efficace, oltre che scientificamente infondata.

“Nel centro antifumo del dottor Giuseppe Fatiga, situato in via Monte Santo 6 a Torino, è possibile trovare la soluzione più adatta al proprio caso per smettere di fumare. Chiama il 3405499616 per prenotare una visita”