La disassuefazione dal fumo

Se ti senti pronto a smettere di fumare, troverai nel dottor Giuseppe Fatiga un medico che conosce le più efficaci tecniche di disassuefazione. Chiamalo al
3405499616

per prenotare una seduta di agopuntura

La nicotina contenuta nelle sigarette esercita diversi effetti sul sistema nervoso del fumatore, che generano nel tempo uno stato di dipendenza. L’effetto più importante è quello di favorire la produzione di una sostanza chiamata dopamina, in una zona del cervello chiamata area della ricompensa.

L’attivazione di quest’area genera una sensazione di piacere e di benessere così intensa, da rimanere impressa nella memoria del soggetto. Il soggetto continua a fumare per sperimentare di nuovo questa appagante sensazione di piacere. La dopamina induce anche uno stato di rilassamento, con un vero e proprio effetto ansiolitico.

Oltre alla dopamina, vengono rilasciate altre sostanze affini, come ad esempio l’adrenalina la noradrenalina, che agiscono come stimolanti, aumentando la resistenza fisica e psichica e la capacità di sopportare gli stress. La dopamina, l’adrenalina e la noradrenalina possiedono infine effetti antidepressivi, e questa è una delle ragioni per cui il soggetto è portato a fumare in condizioni di noia e tristezza.

Il fumo di sigaretta ha anche la capacità di stimolare la produzione delle beta endorfine, sostanze simili alla morfina e per questo chiamate oppioidi, che causano una sensazione di euforia e benessere.

RIDUZIONE DELLA SENSAZIONE DI FAME

Come effetto aggiuntivo, la nicotina riduce la sensazione di fame. L’aumento di dopamina, adrenalina, noradrenalina e beta endorfine nel cervello del fumatore è indotto non solo dalla nicotina, ma anche dai rituali comportamentamentali legati al fumo, come l’accendere la sigaretta e portarla alla bocca, o fumare in determinate circostanze. Anche il solo pensiero di fumare può attivare l’area della ricompensa. Questo è il motivo per cui vi è una quota rilevante di dipendenza psicologica nel tabagismo.

In caso di cessazione improvvisa del fumo, si determina una riduzione repentina di dopamina, adrenalina e beta endorfine nel sistema nervoso, con la comparsa della sindrome da astinenza. Il venir meno degli effetti stimolanti ed antidepressivi determina sonnolenza, apatia, stanchezza, noia e tristezza. L’irritabilità e il nervosismo sono dovute alla riduzione della dopamina e del suo effetto anti-ansia. Si ha tendenza ad ingrassare.

L’agopuntura agisce in modo efficace sulla dipendenza dal fumo, prevenendo i sintomi della sindrome da astinenza. In primo luogo, l’azione ansiolitica e antidepressiva dell’agopuntura allevia le sensazioni di tensione, ansia e tristezza, rendendo l’umore più stabile. La stimolazione dei punti di agopuntura esercita infatti lo stesso effetto della nicotina, inducendo la produzione da parte del sistema nervoso di dopamina, adrenalina e noradrenalina. In particolare viene efficacemente attivata l’area della ricompensa.

In secondo luogo, l’agopuntura, proprio come fa la nicotina, induce il rilascio da parte del cervello degli “ormoni del benessere”, le endorfine. Attraverso tutti questi effetti l’agopuntura sopprime il bisogno di nicotina del soggetto fumatore.

Smetti di fumare adesso con l’agopuntura. Il dottor Giuseppe Fatiga è un esperto della disassuefazione, chiamalo al 3405499616 per prenotare la tua seduta