Lo stress cronico sul sistema nervoso

Il dottor Giuseppe Fatiga è esperto nel trattamento agopunturale dello stress cronico. Chiama il 340-5499616 per prenotare la tua agopuntura”

Gli effetti dello stress cronico sul sistema nervoso e sulla psiche sono altrettanto importanti di quelli sugli organi. Il cortisolo riduce le dimensioni di una regione del cervello chiamata ippocampo, che serve a ricordare e ad orientarci; pertanto nel tempo possono comparite disturbi della memoria e a concentrarsi. Parallelamente aumenta le dimensioni di un’altra parte del cervello chiamata amigdala, che attiva in modo permante la reazione di “lotta-fuga”: compaiono ansia, anomala sensibilità a vari stimoli con tensione continua e nervosimo, fino alle paure immotivate e agli attacchi di panico nei soggetti predisposti.

Nello stress cronico si ha spesso difficoltà ad addormentarsi ed il sonno può essere disturbato con agitazione, incubi e risvegli notturni; vi è la sensazione di non aver riposato abbastanza e senso di stanchezza già dal mattino. I soggetti affetti da stress cronico si sentono stanchi, oltre che per il sonno insoddisfacente, anche per l’eccessivo funzionamento di tutti gli organi che sottrae energia all’organismo, e per lo stato di infiammazione generalizzato. Lo stress cronico si sviluppa essenzialmente in due fasi.

Nella prima vi è un’attivazione del sistema simpatico ed una massiccia produzione di ormoni, che determina un’aumentata attività di tutti gli organi e del sistema nervoso. In questa fase prevalgono i sintomi di ansia, anche se vi sono già alcuni sintomi di tipo depressivo, come la stanchezza, il senso di tristezza, l’indebolimento della memoria, la difficoltà di concentrarsi, , poca voglia di fare e ridotto piacere a svolgere le consuete attività quotidiane, la riduzione dell’appetito (o il suo aumento, con fame nervosa), una riduzione del desiderio sessuale. Si tratta di sindromi ansioso-depressive dove, accanto all’esagerata stimolazione di tutti gli organi e del sistema nervoso, iniziano già ad affacciarsi i primi segni di indebolimento delle loro funzioni, che tuttavia sono del tutto reversibili in questa fase.

Osserviamo infatti una risposta molto favorevole all’agopuntura, la cui efficacia è stata avvalorata dai moderni studi scientifici. L’agopuntura è capace di ridurre l’attività del sistema nervoso simpatico e di aumentare l’attività del sistema vagale, ponendo in uno stato di riposo l’intero organismo, e conseguendo così una riduzione dei livelli di tensione ed ansia.

E’ stato dimostrato che la stimolazione agopunturale aumenta i livelli di un neurotrasmettirore del cervello chiamato GABA, funzionando quindi come le più potenti benzodiazepine (*Lexotan, *Minias, *Xanax). Anche altri neurotrasmettitori, come la serotonina, la dopamina, la colecistochinina, sono favorevolmente influenzati dall’agopuntura.

L’azione sulla produzione della melatonina, un ormone prodotto da una ghiandola del cervello chiamata epifisi e che controlla le reazioni dell’organismo all’alternanza di luce e buio , spiega il miglioramento del sonno, che diventa riposante. Una scoperta recente è la capacità dell’agopuntura di favorire la crescita di nuove cellule cerebrali e di nuove sinapsi, con ritorno alla normalità delle aree del cervello danneggiate dallo stress cronico, attraverso la produzione di una sostanza chiamata BDNF.

Se lo stress cronico non viene trattato, si instaura la seconda fase, in cui il superlavoro dell’organismo indebolisce in modo profondo i sistemi ormonali ed il sistema nervoso. Può comparire una sindrome depressiva più importante, con riduzione di importanti neurotrasmettitori come la serotonina.

Il trattamento di questa fase attraverso l’agopuntura è altrettanto efficace ma più impegnativo, ed occorrerà tempo per ripristinare il corretto funzionamento degli organi e del sistema nervoso. In ogni caso, è stata documentata la capacità dell’agopuntura di stimolare la produzione dei neurotrasmettitori cerebrali. Può essere indicato un trattamento multidisciplinare delle sindromi depressive più gravi, attraverso il ricorso a cure farmacologiche e/o psicoterapiche.

Se ti senti scarico, nervoso o non riesci a dormire, potresti soffrire di stress cronico. L’agopuntura è la soluzione! Chiama il dottor Giuseppe Fatiga al 340-5499616 prenota la tua seduta