MAL DI SCHIENA SECONDO STADIO: L’ARTROSI LOMBARE

Se la tua schiena è bloccata dall’artrosi, con l’agopuntura tornerai a muoverla normalmente. Chiama il dott. Giuseppe Fatiga al 3405499616

Se non curato adeguatamente, il primo stadio del mal di schiena evolve nell’artrosi. Le sollecitazioni eccessive, alla lunga, consumano le cartilagini delle articolazioni delle vertebre: la colonna vertebrale finisce per avere delle “cerniere” che non scorrono più. Perde così la sua funzionalità e la sua flessibilità: diventa rigida, con movimenti limitati e dolorosi, talora accompagnati da fastidiosi rumori, come scricchiolii e scrosci.

Anche i dischi, cioè gli ammortizzatori della schiena, finiscono per consumarsi, per cui le minime sollecitazioni , non più adeguatamente assorbite, causano facilmente dolore.

Con l’avanzare dell’artrosi, le vertebre, che non sono più in grado di sopportare gli stress meccanici, tentano di irrobustirsi attraverso la produzione di formazioni ossee, a forma di becco, chiamate osteofiti. Alle comuni radiografie, sono ben evidenti le deformazioni delle vertebre prodotte dagli osteofiti

.

Gli osteofiti aggravano ancora di più la lombalgia, comprimendo i nervi oppure infiammando i tessuti che si trovano intorno alle vertebre. Il dolore lombare diventa così sempre più intenso, non solo durante i tentativi di muovere la schiena, ma anche nella posizione seduta o durante il riposo notturno. Inoltre gli osteofiti possono saldarsi “a ponte”, consolidando in modo permanente le anomalie posturali e rendendo ancora più importante la rigidità della schiena e la limitazione dei movimenti.

Nell’artrosi vi è infine una notevole contrattura dei muscoli della schiena. Infatti le sollecitazioni, non più adeguatamente assorbite dalla colonna vertebrale, richiedono un lavoro accessorio da parte della muscolatura della schiena, che nel tempo s’infiamma. La contrattura che ne consegue limita ancora di più i movimenti della colonna.

L’artrosi lombare, per quanto sia un processo non suscettibile di guarigione, è curabile in modo molto efficace con l’agopuntura. Spesso dopo poche sedute i sintomi migliorano in modo eclatante, con notevole attenuazione del dolore, rilassamento dei muscoli, che erano duri e tesi, e recupero di buona parte dei movimenti della colonna vertebrale. Il riposo notturno diventa di nuovo possibile.

Se siete curiosi di capire come si svolge realmente l’agopuntura e i risultati che si possono ottenere leggete il caso di Giovanni e di Rosa.

Se il tuo problema è una schiena rigida che fa male ai minimi movimenti, la soluzione è l’agopuntura. Prenota una seduta al 3405499616