Emicrania: come riconoscerla

 emicrania1 agopuntura torino

“Da diversi anni il dottor Giuseppe Fatiga si occupa del trattamento dell’emicrania con l’agopuntura nel suo studio di Torino. Contattalo al 3405499616

L’emicrania è un disturbo molto frequente, che colpisce il 12% della popolazione, ben 7,2 milioni di individui in Italia (incluso Torino ovviamente)! E’ un disturbo tipico della donna, in un rapporto donna/uomo di 4 a 1.

L’emicrania consiste in attacchi di dolore al capo che durano da un minimo di 4 ore fino ad un massimo di 3 giorni. Il dolore, spesso molto intenso, e comunque mai lieve, colpisce un solo lato della testa e si presenta pulsante.

Il dolore emicranico possiede un’altra inconfondibile caratteristica: si aggrava con l’attività fisica. Il soggetto tende quindi sdraiarsi e a rimanere fermo, isolandosi ed interrompendo le consuete attività quotidiane, compresa quella lavorativa.

Altre due caratteristiche distintive dell’emicrania sono la frequente presenza di nausea e vomito, e un’esagerata sensibilità alla luce e ai suoni, per cui l’eccessiva luminosità o gli ambienti rumorosi provocano un notevole fastidio. Questa è un’altra ragione per cui il soggetto emicranico, nel corso di un attacco, preferisce restare chiuso in casa, nel silenzio più assoluto e in condizioni di buio.

Nel corso di una crisi emicranica possono comparire altri sintomi, come pallore, sudorazione, batticuore e crampi o dolori addominali, dovuti ad alterazioni del sistema nervoso autonomo (simpatico e parasimpatico).

L’attacco raggiunge il suo picco e poi, lentamente, si spegne (fase di risoluzione), lasciando però alcuni postumi, il principale dei quali è un profondo senso di spossatezza.

Esistono due tipi di emicrania: l’emicrania senza aura, che abbiamo descritto in precedenza, e quella con aura.
L’agopuntura praticata a Torino dal dottor Fatiga è molto efficace su entrambe (vedi pagina emicrania: l’agopuntura)

Emicrania con aura. Il 15% dei soggetti emicranici sperimenta l’ “aura”. Il termine si riferisce ad un insieme di sintomi neurologici che precedono il vero e proprio attacco doloroso,  e che consistono principalmente in disturbi visivi.

In particolare, durante l’aura, compaiono lampi o flash, oppure altre immagini (talvolta di tipo geometrico, come triangoli, ellissi…) che hanno in comune il fatto di essere scintillanti.

aura5 agopuntura torino

 

Così come alcune zone del campo visivo possono aumentare in modo fastidioso la loro luminosità, nel corso dell’aura può anche comparire il fenomeno opposto: la comparsa di zone cieche, di aree scure, in cui la visione è completamente persa.

Un altro disturbo visivo che si può presentare nell’aura è l’alterazione della forma o dei colori delle immagini visive, che appaiono distorte o deformate. Può comparire un effetto a mosaico (“sindrome di Alice nel paese delle meraviglie”).

L’aura può anche presentarsi, più raramente, sotto forma di disturbi della sensibilità, come “punture di spilli”, formicolii o intorpidimento nella regione della mano e della bocca, di solito dallo stesso lato dei disturbi visivi.

aura agopuntura torino

 

Molto raramente possono verificarsi nel corso dell’aura disturbi del linguaggio, con blocco della parola (afasia) o difficoltà ad articolare il linguaggio (disartria).

L’aura dura tipicamente da un minimo di 5 minuti ad un massimo di un’ora, e poi cessa completamente.

 

“Un efficace trattamento dell’emicrania richiede una diagnosi molto precisa, anche con l’agopuntura. Nello studio di Torino del dottor Giuseppe Fatiga la troverai. Chiama il 3405499616 per prenotare una visita con lui”