Efficacia nota da oltre cinquemila anni

efficacia agopuntura torino Il dottor Giuseppe Fatiga integra con successo il sapere millenario e le conoscenze scientifiche. Con lui proverai un’agopuntura moderna ed efficace. Chiamalo al 3405499616 per prenotare una seduta

L’agopuntura è una disciplina antichissima, conosciuta e praticata in Cina da oltre Cinquemila anni. La storia è ricca di documenti che testimoniano gli straordinari effetti dell’agopuntura presso altre civiltà antiche, come quella Egizia.

E’ stata accertata la sua diffusione in Mesopotamia, in Africa, nella foresta amazzonica e persino tra gli Esquimesi.
…ED OGGI LA SCIENZA OGGI CI SPIEGA COME FUNZIONA

L’agopuntura agisce sul cervello. Quando un punto del nostro corpo viene opportunamente stimolato attraverso un ago, si attiva un riflesso nervoso, che consiste nella generazione di un segnale elettrico che raggiunge le cellule nervose del midollo spinale.

Queste cellule nervose, una volta eccitate, producono a loro volta un segnale che raggiunge, attraverso i nervi, la zona ammalata, dove esercita i suoi effetti terapeutici. Il risultato del riflesso è infatti l’effetto antidolorifico, antinfiammatorio, decontratturante e di miglioramento della circolazione e dell’ossigenazione dei tessuti.

Oltre a questo riflesso breve, che interessa l’organo ammalato e le strutture nervose vicine, cioè del midollo spinale, l’agopuntura attiva un riflesso lungo, che coinvolge il cervello.

Ogni parte del nostro corpo è infatti collegata con una specifica area del cervello; quando uno specifico punto del nostro corpo viene stimolato attraversato un ago, si genera un segnale nervoso che raggiunge rapidamente l’area del cervello “corrispondente” attraverso le fibre nervose. Funzionando come un computer, il cervello elabora il messaggio ricevuto, e lo converte in un segnale “di ritorno”, che si propaga lungo i nervi, fino alla parte del corpo ammalata. Qui le cellule vengono stimolate a riparare i tessuti danneggiati.

Studi di Risonanza Magnetica Funzionale hanno permesso di verificare che specifici punti, quando stimolati da aghi, si comportano come veri e propri interruttori, in grado di “accendere” precise zone del cervello. Le zone “accese” presentano un intenso flusso di sangue, ed appaiono colorate e quindi ben visibili alla Risonanza Magnetica.

Il medico agopuntore utilizza i punti di agopuntura come la tastiera di un computer. Impartendo i comandi corretti, ottiene dal computer, cioè dal cervello, le risposte che servono alla risoluzione del problema, cioè della patologia.

Ma non solo. L’agopuntura è in grado di stimolare la produzione da parte del cervello di sostanze chiamate endorfine. Le endorfine sono chiamate “oppioidi endogeni”, in quanto molto simili agli oppiacei, quali la morfina. Come la morfina, queste sostanze sono in grado di determinare un intenso stato di benessere e di rilassamento, e di svolgere un’importante azione analgesica, bloccando gli impulsi dolorosi.

Le endorfine sono solo un esempio di sostanze prodotte dal cervello durante la stimolazione agopunturale. Moltissimi sono infatti gli ormoni e i neurotrasmettitori rilasciati dalle aree cerebrali che si “accendono” in seguito all’infissione degli agopunti. Alcune di queste sostanze sono rilasciate nel sangue e svolgono le loro funzioni ” a distanza”, raggiungendo organo anche molto distanti. Anche il sistema immunitario è profondamento influenzato dalle sostanze ormonali prodotte dal cervello, e la sua efficienza può essere dunque incrementata dall’utilizzo dell’agopuntura.

Se cerchi un’agopuntura efficace per il tuo problema, devi sapere che il dottor Giuseppe Fatiga utilizza tecniche validate scientificamente. Chiama il 3405499616 per prenotare una seduta