F.A.Q. (Domande Frequenti)

L’agopuntura è dolorosa?
L’inserimento degli aghi nella cute non è doloroso. Può essere percepito come un “pizzicotto”, e spesso non viene avvertito per nulla.

Quindi gli aghi non danno nessuna sensazione?
Falso. Se non si sente nulla durante la seduta, l’agopuntura non potrà essere efficace. Dopo il suo inserimento indolore, l’ago viene opportunamente manipolato fino a dare una particolare sensazione di pesantezza, gonfiore, calore, o “qualcosa che tira”. Tale sensazione spesso si propaga lungo un meridiano, e prende il nome di De Qi, che significa “arrivo del Qi”. Tutte queste sensazioni indicano che l’ago “sta lavorando”.

L’agopuntura è rilassante?
Vero. Man mano che l’ago “lavora”, aumenta sempre di più la sensazione di rilassamento, attraverso la produzione delle endorfine.

L’agopuntura è sicura?
Non ci sono effetti collaterali né reazioni indesiderate

C’è rischio di infezioni?
Assolutamente no. Gli aghi utilizzati sono sterili e rigorosamente monouso!

Quanto dura una seduta di agopuntura?
Dai 20 ai 30 minuti.
L’agopuntura agisce già dalla prima seduta?
Sì, l’agopuntura inizia a correggere lo squilibrio presente lungo i meridiani già dalla prima seduta.

Quante sedute occorrono per risolvere il mio problema?
Dopo 3 sedute la maggior parte dei disturbi migliora in modo significativo. Affinchè i risultati siano stabili e duraturi, si consigli di seguire un ciclo completo, che consiste in 5-10 sedute.

Ho provato di tutto per il mio disturbo, vale la pena tentare con l’agopuntura?
Assolutamente sì. In queste situazioni propongo un mini-ciclo di due-tre sedute, secondo la formula “soddisfatti o rimborsati”. Solo in caso di risposta positiva al trattamento il paziente pagherà le sedute.

Un esempio di patologia per le quali si può utilizzare la formula soddisfatti o rimborsati?
Gli acufeni ad esempio, oppure i dolori che non hanno risposto ad alcun trattamento.

Come faccio a sapere se il mio disturbo può essere trattato con l’agopuntura?
Sono disponibile per una visita preliminare, nel corso della quale valuterò se è indicato o meno il trattamento. Se non vi è indicazione al trattamento, la visita è gratuita.

Come faccio ad avere informazioni sul mio disturbo?
Ho scritto delle pagine di approfondimento su ciascun disturbo, dove si possono trovare molte informazioni. E’ possibile anche scrivermi una mail o richiedere una visita preliminare. Si invitano i pazienti a non richiedere informazioni al telefono.